Danze Srilankesi

Corsi di danze tradizionali dello Sri Lanka.

Per bambini dai 4 anni in su.

 

TIPI DI DANZE: Kandy, Low Country, Bharatanatyam e Kathak.

 

Le tre forme classiche di danza si differenziano per i loro stili di movimenti corporei e gesti, nei costumi indossati dagli artisti, e nella forma e nelle dimensioni dei tamburi utilizzati per fornire pattern sonori ritmici per accompagnare la danza.

Kandy dance (Uda Rata Natum)

La danza Kandyan prende il nome da Kandy, l’ultima capitale reale dello Sri Lanka, situata a circa 120 chilometri dalla capitale moderna a Colombo. Questo genere è oggi considerato la danza classica dello Sri Lanka. Nella terminologia sanscritica è considerata danza pura (nrtta); ha un sistema altamente sviluppato di “tala” (ritmo), fornito dai cembali chiamati “thalampataa”. Ci sono cinque tipi di danza Kandy: il ves, naiyandi, uddekki, pantheru e vannams.

Low country dance (Pahatha Rata Natum)

La danza Low Country ha origine antica e prevede molti rituali.  Questa forma di danza veniva svolta per placare gli spiriti maligni che causano malattie e veniva chiamata anche “Danza del diavolo”. I ballerini indossano maschere raffiguranti uccelli, demoni, rettili, ecc. Ci sono 18 danze principali legate allo stile Pahatharata, ognuna delle quali era rivolta ad esorcizzare 18 tipi diversi di malattie del corpo umano.

Bharatanatyam e Kathak : Balli tradizionali indiani.

Secondo la tradizione indù, il nome Bharatanatyam è stato ottenuto unendo due parole, ‘Bharata’ e ‘Natyam’, dove Natyam in sanscrito significa ballo e ‘Bharata’ è un mnemonico che comprende ‘bha’, ‘ra’ e ‘ta’, che significa rispettivamente ‘bhava’ cioè emozione e sentimenti; ‘raga’ che è melodia; e ‘tala’ cioè il ritmo.

Questa disciplina artistica è suddivisa in: ‘Nritta’, ‘Nritya’ e ‘Natya’ .

“Nritta” è una performance tecnica in cui il ballerino sottolinea la velocità, i movimenti e gli aspetti ritmici senza alcuna forma interpretativa. Nel “Nritya” invece, il ballerino comunica una storia, temi spirituali, messaggi o sentimenti attraverso gesti espressivi e movimenti più corti del corpo armonizzati con note musicali. Il “Natyam” è di solito eseguito da un gruppo o in alcuni casi da un ballerino solista che mantiene alcuni movimenti del corpo per interpretare i diversi personaggi che vengono presentati man mano durante la danza.

Il Kathak è una danza laica originaria dello Stato dell’Uttar Pradesh. Il nome Kathak deriva dal sanscrito katha, che significa storia, e kathaka ossia colui che narra una storia. Interpretata da danzatrici cortigiane riccamente vestite, aveva come temi principali la celebrazione dinastica e le imprese e gli amori degli eroi mitici.

 

Insegnante:  A.P. Iresha Amali Karunarathna

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, array must have exactly two members in /web/htdocs/www.artsstudio.it/home/artsstudio/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi